UNIMIB

ita eng

SCIENZE DELL'ORGANIZZAZIONE
Informazioni di dettaglio relative al corso di studio selezionato.
Informazioni sul corso di studio
Classe:Classe delle lauree in Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione 
Ordinamento:[E1601N-17] - SCIENZE DELL'ORGANIZZAZIONE  
Crediti:180  
Anno Attivazione:2008  
Tipo di corso:Corso di Laurea  
Titolo di studio rilasciato.:Laurea in SCIENZE DELL'ORGANIZZAZIONE  
Tipo di accesso:Accesso programmato posti 265 
Home Page Corso
Guida Studente
Scadenze
Responsabilità mobilità studenti: MARINA CALLONI  
Responsabilità mobilità studenti: LAURA AROSIO  
Requisiti di accesso
-Titolo di Scuola Superiore
- un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Certificazione di informatica
- Certificazione di Lingua Inglese
Ordinamenti corso di studio
[E1601N-08] - SCIENZE DELL'ORGANIZZAZIONE (Chiuso)
[E1601N-14] - SCIENZE DELL'ORGANIZZAZIONE (Chiuso)
Presentazione del Corso
Status professionale conferito dal titolo.
Operatore qualificato nell'area dell'organizzazione e della gestione delle risorse umane - Operatori qualificati nell'area organizzazione e risorse umane. - Analisti di processi nelle aree organizzazione e sistemi informativi. - Formatori aziendali. - Operatori qualificati in marketing, vendita, programmazione e controllo. - Operatori qualificati di programmi di sviluppo locale. - Operatori qualificati per la concertazione locale. - Consulenti del lavoro (in base a quanto stabilito dalla convenzione firmata fra Università degli Studi di Milano-Bicocca e l’Ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Milano. Nello specifico, tale convenzione prevede che gli studenti di alcuni corsi di laurea erogati dall’Ateneo - compreso Scienze dell’Organizzazione - possano svolgere parte del periodo di tirocinio, valevole per l’ammissione all’esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro, contestualmente alla frequenza dell’ultimo anno del corso di laurea). - Ricercatori sui temi economico-organizzativi, presso istituti di ricerca, società di consulenza, enti di ricerca pubblici e privati.
Caratteristiche prova finale.
La prova finale consiste in un lavoro autonomo del laureando seguito da un docente relatore, finalizzato a verificare la sua capacità di (a) analizzare in modo teoricamente fondato e metodologicamente rigoroso un tema di rilevanza organizzativa; (b) comunicare in modo efficace i risultati delle proprie analisi e riflessioni. La prova finale deve avere la forma di una breve relazione scritta in lingua italiana o in lingua inglese, seguita da un docente relatore.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Per essere ammessi al Corso di Laurea in Scienze dell’Organizzazione occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Si richiede inoltre la conoscenza dei caratteri essenziali della storia contemporanea d’Italia e d’Europa, la capacità di comprendere le principali forme di testo non letterario e il possesso delle nozioni elementari di logica e matematica. E' prevista la verifica della preparazione iniziale e l'eventuale assegnazione di obblighi formativi aggiuntivi in caso di verifica non positiva. Le modalità sono annualmente definite nel Regolamento didattico.
Obiettivi formativi specifici.
Il Corso di Laurea in Scienze dell'Organizzazione si propone di fornire agli studenti gli strumenti concettuali, metodologici e gestionali necessari per comprendere e sviluppare le organizzazione complesse, analizzando in modo scientificamente fondato i fenomeni organizzativi e istituzionali contemporanei. Questi obiettivi sono perseguiti mediante attività formative che includono le lezioni in aula, le pratiche di laboratorio, gli studi di caso, i seminari, le testimonianze del mondo professionale, le escursioni didattiche che mirano a trasmettere un insieme solido e coerente di conoscenze socio-organizzative di base e applicate, opportunamente integrate da un ampio ventaglio di saperi afferenti alle altre scienze sociali, economico-aziendali e giuridiche. Le conoscenze e competenze offerte dal Corso di Laurea in Scienze dell'Organizzazione sono molto apprezzate dalle organizzazioni e istituzioni dei settori pubblici e privati più qualificati. Tali conoscenze e competenze consentono inoltre, a tutti coloro che desiderino approfondire la propria formazione, di proseguire agevolmente gli studi ai livelli superiori. All'interno della classe L-16 il Corso di Laurea in Scienze dell'Organizzazione si distingue per i seguenti obiettivi educativi e formativi: - Creazione di un ponte tra la formazione universitaria e il mondo del lavoro, tra la preparazione e formazione scientifico-disciplinare e le richieste delle imprese pubbliche e private riguardo alle problematiche dell'organizzazione, della gestione delle persone, del mercato del lavoro e dello sviluppo locale. - Fornire le basi per un percorso di studi e di pratica che porta a figure di riferimento come esperti di organizzazione, risorse umane e sviluppo locale, dotati di competenze per comprendere e favorire processi innovativi entro organizzazioni complesse, pubbliche e private. - Valorizzazione dell'approccio interdisciplinare all'analisi dei fenomeni sociali: attraverso un ampio numero di insegnamenti in discipline non sociologiche – economia, diritto, discipline aziendali, – il corso mira a fornire la capacità di analizzare le organizzazioni contemporanee in una prospettiva di saperi integrati, cioè utilizzando strumenti concettuali e metodologici provenienti non solo dalla sociologia, ma anche dalle discipline a essa collegate. Pertanto le attività formative sono distribuite nei tre anni di corso secondo una acquisizione di conoscenze e competenze progressivamente più complesse. In particolare al primo anno si prevedono le discipline sociologiche, matematico-statistiche ed economiche di base, per proseguire al secondo e terzo anno con l’ introduzione delle discipline giuridiche e la specializzazione progressiva delle conoscenze e competenze economiche e delle scienze sociali, in particolare sociologico-organizzative, di politica sociale e socio-antropologiche relative al territorio. Le attività di laboratorio e di stage sono previste all’ ultimo anno di corso per avvicinare lo studente al mon
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
CONOSCENZA E CAPACITA' DI COMPRENSIONE E CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE Il laureato avrà conoscenze e capacità di comprensione dei concetti delle discipline di base matematico-statistiche, sociologiche, organizzative, economiche e giuridiche. Il corso trasmette, attraverso lezioni, esercitazioni, conferenze, seminari e attività di laboratorio, le conoscenze necessarie ad analizzare e progettare sistemi organizzativi, in una prospettiva fortemente interdisciplinare. Il laureato sarà in grado di comprendere il funzionamento di un’organizzazione complessa.
II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
CONOSCENZA E CAPACITA' DI COMPRENSIONE E CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE Il laureato sarà in grado di applicare tali conoscenze allo studio di fenomeni organizzativi nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni, e alla risoluzione di problemi ad esso relativi, formulando adeguate ipotesi e programmi di ricerca e/o di intervento. Il laureato sarà in grado di lavorare e di comprendere le condizioni di contesto in cui operano le organizzazioni, risolvere problemi, lavorare in gruppo, prendere decisioni.
III - Autonomia di giudizio
Il laureato sarà in grado di valutare le situazioni dai dati e dai fatti legati al contesto in cui opererà e di formarsi una opinione in relazione agli obiettivi a lui affidati nelle organizzazioni in cui lavorerà. Il laureato avrà le abilità necessarie per scegliere, fra i diversi metodi di analisi appresi, quello più adeguato per affrontare le situazioni lavorative che, di volta in volta, dovrà analizzare e risolvere. L’autonomia di giudizio viene verificata attraverso le prove d’esame, la partecipazione attiva alle discussioni durante i corsi, e attraverso i lavori di gruppo svolti all’interno dei corsi e dei laboratori.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
IV - Abilità comunicative
Il laureato sarà in grado di comunicare verbalmente nei rapporti faccia a faccia, per iscritto su ogni media (carta, formato elettronico, ecc.), di fare presentazioni, usare il web ed i social networks. Saprà inoltre utilizzare in maniera adeguata gli strumenti necessari per fare accurate presentazioni delle situazioni studiate. Le abilità comunicative vengono verificate attraverso le prove d’esame, la partecipazione attiva alle discussioni durante i corsi, i lavori di gruppo, le attività svolte all’interno dei laboratori e degli stage.
V - Capacità di apprendimento
Il laureato avrà la capacità di valutare ed imparare vincoli e benefici di differenti soluzioni organizzative. Saprà applicare in maniera adeguata la capacità di apprendimento dai successi e dai fallimenti e sviluppare una curiosità sui problemi reali e sulle soluzioni. Inoltre, il laureato avrà maturato un livello di conoscenze sociali economiche e giuridiche tali da permettergli sia di operare nelle organizzazioni, private e pubbliche, sia di continuare gli studi per acquisire ulteriori competenze e capacità. La capacità di apprendimento viene verificata attraverso le prove d’esame, i casi studio e le esercitazioni durante i corsi e i laboratori, e gli stage.
Competenze associate alla funzione.
Operatore qualificato nell'area dell'organizzazione e della gestione delle risorse umane - Conoscenza, comprensione e capacità di applicazione dei concetti fondanti delle discipline economiche ed economico-aziendali. - Conoscenza, comprensione e capacità di applicazione dei concetti delle discipline di base sociologiche, organizzative e giuridiche. - Capacità di analisi matematico-statistica di base. - Capacità di analisi organizzativa di imprese, istituzioni non profit e pubbliche amministrazioni. - Capacità di analisi del sistema di relazioni fra sistema produttivo e contesto territoriale di riferimento.
Funzione in contesto di lavoro.
Operatore qualificato nell'area dell'organizzazione e della gestione delle risorse umane - Progettazione e coordinamento di innovazioni di prodotto e di processo, dei sistemi organizzativi e informativi, dei processi di gestione e sviluppo delle risorse umane. - Analisi dei sistemi locali di innovazione e dei progetti di sviluppo locale. - Ricerca sui temi economico-organizzativi.
Offerta didattica
[GGG] - Offerta didattica