UNIMIB

 ita eng

ECONOMIA E FINANZA
Informazioni di dettaglio relative al corso di studio selezionato.
Informazioni sul corso di studio
Classe:Classe delle lauree magistrali in Finanza 
Ordinamento:[F1601M-11] - ECONOMIA E FINANZA  
Crediti:120  
Anno Attivazione:2008  
Tipo di corso:Corso di Laurea Magistrale  
Titolo di studio rilasciato.:Laurea magistrale in Economia e Finanza  
Tipo di accesso:Accesso libero  
Home Page Corso
Guida Studente
Scadenze
Responsabilità mobilità studenti: CHIARA PEDERZOLI  
Requisiti di accesso
-Titolo di Scuola Superiore
- un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Laurea di Primo Livello
 
2. - Titolo straniero
Ordinamenti corso di studio
[F1601M-08] - ECONOMIA E FINANZA (Chiuso)
Presentazione del Corso
Accesso ad ulteriori studi.
Master di II livello, Corsi di perfezionamento, Dottorati di ricerca
Status professionale conferito dal titolo.
Il corso di laurea si propone di formare professionalità specialistiche nel settore finanziario con particolare riferimento all'analisi dei mercati, alla gestione dei portafogli, al pricing di strumenti derivati, alla valutazione dei vari tipi di rischi nell'attività di intermediazione. Le conoscenze acquisite costituiscono altresì una efficace base per l'accesso a percorsi di studio di terzo livello, e costituiscono una adeguata preparazione all'esame di Stato per l'esercizio della professione attuariale.
Caratteristiche prova finale.
La prova finale consiste nella discussione pubblica di una dissertazione scritta relativa a un lavoro di ricerca (teorico e/o accompagnato da indagini sul campo) su un argomento attinente alle discipline inserite nel piano di studi, dalla quale si possa individuare il contributo personale del laureando. L'elaborato potrà anche basarsi parzialmente su un'eventuale esperienza di stage o di tirocinio formativo-professionale, sviluppata anche sotto il profilo teorico. Lo studente sarà incoraggiato a sviluppare un interesse di ricerca già al termine del primo anno di corso al fine di favorire il completamento della carriera scolastica entro il termine di due anni e di orientare la selezione degli insegnamenti a scelta dello studente stesso. La dissertazione scritta e la relativa discussione possono essere svolte anche in lingua inglese.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Le conoscenze acquisite con il conseguimento di una laurea triennale appartenente alle classi L-17 e L-28 (secondo la classificazione della 509) o L-18 e L-33 (secondo la classificazione della 270), associate alla conoscenza della lingua inglese costituiscono requisiti curricolari adeguati per l'accesso alla laurea magistrale. Per gli studenti in possesso di titoli di studio appartenenti a classi diverse da quelle su menzionate, sarà valutato il curriculum, per verificare il possesso della necessaria conoscenza: -delle discipline economico-politiche ed economico-aziendali; -dei principi e degli istituti giuridici; -degli strumenti matematici e statistici. Sarà inoltre accertata la conoscenza di base dell'informatica e la sufficiente padronanza della lingua inglese. Per tutti gli studenti verrà valutata l'adeguatezza della preparazione personale, con modalità di accertamento che saranno specificate nel Regolamento del Corso di Laurea.
Obiettivi formativi specifici.
Nella classe delle lauree magistrali in Finanza, il corso proposto si contraddistingue per la rilevanza attribuita alle aree quantitativa ed economica, giustificata dal sempre maggiore rilievo che tali competenze rivestono nelle varie professionalità dell'ambito finanziario, tra le quali l'analisi dei mercati e degli investimenti, la gestione dei rischi finanziari (di mercato, di credito, operativi), la valutazione di strumenti derivati, le attività connesse all'intermediazione bancaria e all'operatività nel settore assicurativo e previdenziale, e specificamente l'esercizio della professione di attuario. Il corso di laurea magistrale in "Economia e Finanza" si propone di fornire conoscenze finalizzate alla piena acquisizione di capacità analitiche negli ambiti ora citati, attraverso percorsi didattici strutturati a partire da un'ampia base comune di fondamenti metodologici e poi sviluppati per corrispondere alle esigenze di approfondimento di aree tematiche ben delineate, a loro volta associabili a specifiche professionalità. In particolare: a) le discipline di ambito economico hanno l'obiettivo di fornire conoscenze e formare abilità nell'analisi dei mercati finanziari domestici e internazionali, valutandone le caratteristiche di efficienza e di equilibrio ed esaminandone la microstruttura e il processo di formazione dei prezzi. Un approfondimento in tale direzione sarà utile a studenti interessati a intraprendere una attività di analista presso istituti bancari, SGR, SIM, Enti di ricerca pubblici e privati, società di consulenza finanziaria. b) le discipline quantitative contribuiscono a fornire competenze nella gestione di portafogli finanziari complessi, nel settore degli organismi collettivi di investimento e gestione del risparmio quali fondi comuni, hedge funds e fondi di private equity, presentando tecniche avanzate di modellistica matematica e statistica peraltro già ampiamente utilizzate nella pratica operativa. Particolare rilievo verrà dato alle problematiche di finanza quantitativa legate alla valutazione di strumenti finanziari derivati e al risk management, così da prefigurare sbocchi professionali nelle posizioni di trader, analista quantitativo e risk manager. Questo ambito disciplinare consentirà inoltre di formare figure professionali specializzate nella progettazione e nell'utilizzo di strumenti analitici matematici e statistici di supporto all'attività bancaria e assicurativa, nonché fornire le conoscenze necessarie per intraprendere percorsi di studio di terzo livello e per la preparazione dell'esame di Stato per l'esercizio della professione di attuario. c) le discipline di ambito bancario sono finalizzate a sviluppare specifiche competenze nell'area dell'intermediazione finanziaria privilegiando la prospettiva delle istituzioni bancarie e degli altri intermediari operanti nei mercati finanziari (specificamente imprese di mercato e investitori istituzionali). Verranno approfonditi i profili gestionali ed operativi così da a
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso di studi lo studente avrà acquisito piena conoscenza e comprensione delle problematiche inerenti i mercati e gli strumenti finanziari in generale, nonché delle metodologie interdisciplinari che consentono una loro valutazione e gestione secondo specifici obiettivi. Lo studente sarà anche invitato alla consultazione di più testi al fine di sviluppare le sue capacità critiche attraverso il confronto di differenti punti di vista. La verifica dell'acquisizione della capacità di apprendimento avviene attraverso l'esame dei lavori (saggi e relazioni) presentate dal candidato nonché le verifiche di profitto e la tesi di laurea.
II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite alla rappresentazione, analisi e risoluzione di problemi specifici in un'ottica interdisciplinare e con il supporto della modellizzazione quantitativa con l'ausilio degli strumenti di calcolo elettronico. L'applicazione delle conoscenze acquisite avrà luogo durante le esercitazioni, ove previste, e negli studi di casi proposti. La verifica dell'acquisizione della capacità di apprendimento avviene attraverso l'esame dei lavori (saggi e relazioni) presentate dal candidato nonché le verifiche di profitto e la tesi di laurea.
III - Autonomia di giudizio
Le competenze acquisite consentiranno allo studente di formulare opinioni personali su situazioni anche complesse nell'ambito finanziario, sulla base delle teorie anche recenti che formano oggetto degli insegnamenti e delle applicazioni che saranno presentate. Lo svolgimento di case studies potrà favorire lo sviluppo di capacità di giudizio autonomo attraverso il confronto con altre visioni. La verifica della raggiunta autonomia di giudizio avverrà attraverso la valutazione del contributo personale apportato nelle verifiche di profitto e nella stesura della tesi di laurea.
IV - Abilità comunicative
Le abilità comunicative dello studente verranno rafforzate sia mediante l'approccio interdisciplinare (che suggerisce una visione della problematica in esame sotto differenti prospettive e quindi la possibilità di comunicazione a diversi livelli di approfondimento) sia attraverso l'acquisizione del lessico specifico, anche in lingua straniera. Tali caratteristiche incentiveranno altresì l'attitudine al lavoro di gruppo. La valutazione delle raggiunte abilità comunicative avverrà attraverso la discussione in aula e le presentazioni alle quali lo studente sarà chiamato, nonchè attraverso la preparazione di saggi e relazioni di sintesi e infine della tesi di laurea stessa.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
V - Capacità di apprendimento
Lo studente verrà sollecitato a un'attività di apprendimento personale critico e approfondito, e di continuo ampliamento delle proprie conoscenze, considerato anche il ritmo con cui nuove metodologie vengono proposte e utilizzate. La verifica dell'acquisizione della capacità di apprendimento avviene attraverso l'esame dei lavori (saggi e relazioni) presentate dal candidato nonché le verifiche di profitto e la tesi di laurea.
Offerta didattica
[GGG] - Offerta didattica

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'informativa estesa.

OK