UNIMIB

 ita eng

BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI
Informazioni di dettaglio relative al corso di studio selezionato.
Informazioni sul corso di studio
Classe:Classe delle lauree magistrali in Biotecnologie industriali 
Ordinamento:[F0802Q-09] - BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI  
Crediti:120  
Anno Attivazione:2008  
Tipo di corso:Corso di Laurea Magistrale  
Titolo di studio rilasciato.:Laurea magistrale in BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI  
Tipo di accesso:Accesso libero  
Home Page Corso
Informazioni Specifiche
Guida Studente
Scadenze
Responsabilità mobilità studenti: FRANCESCA GRANUCCI  
Requisiti di accesso
-Titolo di Scuola Superiore
- un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Laurea di Primo Livello
 
2. - Laurea
 
3. - Diploma Universitario
 
4. - Titolo straniero
Presentazione del Corso
Accesso ad ulteriori studi.
Master di II livello, Corsi di perfezionamento, Dottorati di ricerca
Status professionale conferito dal titolo.
I principali sbocchi occupazionali previsti dal Corso di Laurea Magistrale sono associati (i) ad attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica in diversi contesti applicativi, (ii) alla gestione di strutture produttive nella bioindustria, nella farmaceutica, nella diagnostica, chimica fine ed energetica, di protezione ambientale, agroalimentare, etc., e (iii) alla gestione di servizi negli ambiti connessi con le Biotecnologie Industriali, come nei laboratori di analisi di certificazione e di controllo biologico, nei servizi di monitoraggio ambientale, nelle strutture del servizio sanitario nazionale. Possono operare, nei campi propri della formazione acquisita, con funzioni di elevata responsabilità, tenendo conto dei risvolti etici, tecnici e giuridici. Al Dottore in Biotecnologie Industriali si presentano dunque prospettive di impiego e responsabilità, a titolo esemplificativo, presso i seguenti enti: • Università ed altri Istituti di ricerca pubblici e privati • Laboratori di ricerca e sviluppo e reparti di produzione industriali in particolare quelli farmaceutici, di chimica fine, di chimica energetica, di diagnostica biotecnologica e di cosmetologia • Imprese biotecnologiche • Laboratori di servizi • Enti ospedalieri • Enti preposti alla elaborazione di normative brevettuali riguardanti lo sfruttamento di prodotti e/o processi della Bioindustria
Caratteristiche prova finale.
Per il conseguimento della Laurea Magistrale in Biotecnologie Industriali è obbligatorio lo svolgimento di una tesi sperimentale elaborata in modo originale dallo studente, sotto la guida di un relatore, su tematiche congruenti con gli obiettivi del Corso di Laurea Magistrale. La tesi sperimentale può essere svolta sia in laboratori di ricerca universitari, sia in altri istituti di ricerca pubblici e privati, a livello nazionale od internazionale, La prova finale consiste nella presentazione e discussione pubblica della tesi, davanti ad una commissione di docenti.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di un altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Sono previsti specifici criteri di accesso (che saranno specificati nel Regolamento Didattico del Corso di Studio) che prevedono il possesso di requisiti curriculari acquisiti nelle Lauree delle classi delle Facoltà Scientifiche ed in particolare in quelle di Scienze MMFFN, Medicina, Farmacia, Ingegneria e altre lauree affini. Per il corso di Laurea in Biotecnologie Industriali è richiesta un’avanzata conoscenza dei sistemi biologici interpretati in chiave chimica, molecolare e cellulare. L’adeguatezza della preparazione personale è verificata con procedure definite nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.
Obiettivi formativi specifici.
Il Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Industriali ha l’obiettivo di assicurare allo studente l’acquisizione di una elevata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali e di conoscenze professionali specifiche nell’ ambito di riferimento, nonché gli strumenti tecnici e culturali necessari all’autonomia operativa e gestionale. Queste competenze permetteranno al laureato di ricoprire ruoli di elevata responsabilità in attività di ricerca, di sviluppo di tecnologie innovative, di progettazione e gestione negli ambiti propri delle Biotecnologie Industriali. Il laureato magistrale sarà in possesso di avanzate conoscenze relative alle discipline chimiche e biologiche proprie delle Biotecnologie Industriali, integrando la sua preparazione teorica con un'ampia attività di laboratorio. L’ampia attività di laboratorio potrà essere utilizzata come utile strumento di verifica in itinere sulle capacità di apprendimento dello studente, soprattutto grazie alla possibilità di confrontarsi con i docenti e gli altri studenti (capacità di lavorare in gruppo) e la possibilità di sviluppare capacità critiche (autonomia di giudizio). Un significativo numero di crediti dedicato al periodo di preparazione della prova finale consentirà allo studente di acquisire le conoscenze necessarie per lo svolgimento di attività di ricerca attraverso la progettazione e lo svolgimento di un lavoro originale di tipo sperimentale, anche con l’utilizzo di specifiche strumentazioni. Nella fase di progettazione sarà in grado di acquisire informazioni sullo stato dell'arte della specifica tematica di ricerca dalla consultazione della letteratura scientifica e/o brevettuale esistente. Durante il periodo di tesi, lo studente sarà inoltre stimolato a sviluppare idee autonome ed originali. Infine, la preparazione della prova finale consentirà di acquisire capacità di analisi e presentazione, scritta e orale, dei dati originali del lavoro di tesi. Il Corso di Laurea Magistrale può offrire agli studenti più curricula, che danno una preparazione fortemente orientata ai diversi settori applicativi delle Biotecnologie Industriali. Il Corso di Laurea Magistrale è così articolato: una parte comprendente attività di completamento della formazione chimica e biologica di base; una parte dedicata all'approfondimento di tematiche specifiche di eventuali curricula; una parte dedicata allo svolgimento della tesi, per un congruo numero di crediti. Gli strumenti didattici utilizzati per conseguire i risultati attesi comprendono lezioni frontali, seminariali e attività di laboratorio finalizzate alla conoscenza di sofisticate metodiche sperimentali e all'utilizzo di strumentazione complessa. La preparazione della tesi abituerà lo studente ad affrontare, progettare, svolgere e risolvere, in modo autonomo, attività complesse di ricerca applicata e/o di base. In particolare, gli obiettivi del Corso di Laurea sono l’acquisizione da parte dello studente di: -conoscenza approfondita delle piat
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
Le lezioni frontali e le attività di laboratorio finalizzate alla conoscenza di metodiche sperimentali ed all’utilizzo di strumentazione complessa consentono allo studente di familiarizzare con il metodo scientifico sperimentale su sistemi biologici e chimici nonché l‘acquisizione di competenze teoriche e pratiche specifiche della Classe. L’acquisizione di tali conoscenze e capacità di comprensione sono costantemente verificate durante le sessioni di esame e lo svolgimento della tesi. Il laureato in Biotecnologie Industriali possiede quindi una profonda conoscenza dei diversi meccanismi chimici, fisici e biologici alla base della vita della cellula, solide conoscenze sulla struttura e sulle funzioni delle macromolecole biologiche e dei processi cellulari nelle quali esse intervengono e conosce gli effetti dei prodotti biotecnologici a livello ambientale ed ha il know-how per lo sviluppo e la realizzazione di processi biotecnologici.
II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
L’applicazione pratica delle conoscenze e lo sviluppo della capacità di ideare soluzioni a problemi teorici e pratici sono parte integrante del processo formativo e derivano sia dalle attività di laboratorio sia dal lavoro richiesto per la preparazione della tesi sperimentale. Durante tale periodo infatti lo studente sarà indotto ad un confronto con le diverse metodologie sperimentali e con la necessità di reperire ed organizzare le informazioni scientifiche e tecnologiche.
III - Autonomia di giudizio
La formazione teorica e metodologica basata su discipline diverse fortemente legata agli sviluppi più recenti della ricerca, favorisce un atteggiamento aperto, critico e orientato alla scelta dell’approccio più adatto per la soluzione di problemi complessi e articolati. Le attività di laboratorio con i relativi progetti e lo svolgimento della tesi di laurea favoriscono lo sviluppo di capacità autonome di valutazione delle alternative in termini di scelta degli approcci metodologici e delle soluzioni progettuali più innovative. Per poter efficacemente svolgere la tesi lo studente deve aver quindi acquisito autonomia nei confronti dell’interpretazione della letteratura scientifica, della valutazione di qualità ed interpretazione di dati sperimentali, della sicurezza in laboratorio, dello sviluppo di progetti di ricerca e dei principi di deontologia professionale e delle problematiche bioetiche.
IV - Abilità comunicative
La rilevanza che viene dedicata, in termini di crediti e valutazione finale, alla preparazione ed esposizione della tesi avrà come ricaduta anche l'acquisizione da parte dello studente delle principali tecniche comunicative, sia orali sia scritte, di natura scientifica e di cultura generale. Queste abilità sono verificate sia nell'ambito della presentazione dei risultati raggiunti nel corso della tesi sia nella verifica delle capacità comunicative generali con linguaggio anche non specialistico. In particolare tali attività implicano l’acquisizione di abilità formative quali conoscenze linguistiche legate alla tipologia della letteratura scientifica e conoscenze informatiche legate alla analisi dei dati e/o ricerche in banche dati e/o presentazione dei dati. Gli studenti apprenderanno queste tecniche anche in attività appositamente dedicate all'insegnamento delle capacità generali necessarie per l'accesso al mondo del lavoro. Il laureato in Biotecnologie Industriali ha quindi acquisito la capacità di organizzare e presentare dati scientifici e di utilizzare gli appositi mezzi di supporto informatico. E' in grado di trasferire informazione e di lavorare in gruppo.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
V - Capacità di apprendimento
Le attività didattiche e di laboratorio richiedono l’uso e la comprensione, anche non guidata, di libri di testo e di documentazione tecnica su contenuti avanzati. Il laureato in Biotecnologie Industriali ha quindi acquisito padronanza ed autonomia del metodo di studio, apertura nell’affrontare nuove tematiche, abilità nella raccolta dell’informazione bibliografica e nell’utilizzo delle banche dati informatiche e di qualsiasi altra fonte di informazione. Lo studente sarà incoraggiato a sviluppare in modo indipendente la propria metodica di studio attraverso un sistema di lezioni frontali e laboratori didattici e di tesi che non impongono una struttura prefissata, ma lasciano allo studente la possibilità di assecondare le proprie inclinazioni e attitudini. Queste disposizioni saranno particolarmente incoraggiate e sostenute durante il periodo di tesi, dove sarà lasciato un certo grado di libertà nella scelta delle tematiche sia di tipo specifico sia di tipo generale che si desidererà approfondire.
Percorsi di studio/Curricula
[GGG] - PERCORSO COMUNE
[F0802Q-01] - PRODOTTI E PROCESSI (Chiuso)
[F0802Q-02] - FARMACO GENOMICO (Chiuso)

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'informativa estesa.

OK