UNIMIB

 ita eng

SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE
Informazioni di dettaglio relative al corso di studio selezionato.
Informazioni sul corso di studio
Classe:Classe delle lauree in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura 
Ordinamento:[E3201Q-10] - SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE  
Crediti:180  
Anno Attivazione:2008  
Tipo di corso:Corso di Laurea  
Titolo di studio rilasciato.:Laurea in SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE  
Tipo di accesso:Accesso programmato posti 190 
Home Page Corso
Informazioni Specifiche
Guida Studente
Scadenze
Responsabilità mobilità studenti: ELENA MARIA COLLINA  
Responsabilità mobilità studenti: VALERIA FEDERICA MARIA MEZZANOTTE  
Requisiti di accesso
-Titolo di Scuola Superiore
- un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Certificazione di lingua
Ordinamenti corso di studio
[E3201Q-08] - SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE (Chiuso)
Presentazione del Corso
Accesso ad ulteriori studi.
Laurea magistrale, Master di I livello, Corsi di perfezionamento
Status professionale conferito dal titolo.
Prospettive di impiego per questi laureati sono presenti sia nel settore pubblico sia in quello privato con compiti tecnico-operativi rivolti alle componenti e ai sistemi ambientali. Nel settore pubblico, le imprese di gestione e servizi ambientali, i Ministeri (dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, della Salute, per i Beni e le Attività Culturali, delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca) ed enti e organismi nazionali ed internazionali (quali, l'Agenzia Nazionale per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici, l’Agenzia dei Trasporti Terrestri e delle Infrastrutture, le ARPA - Agenzie Regionali Prevenzione e Ambiente e l'ISS - Istituto Superiore di Sanità) richiedono laureati con competenze professionali nell'analisi e nel monitoraggio dei sistemi ambientali. Inoltre, le competenze del laureato potranno essere di supporto alle Amministrazioni delle Regioni, delle Province, dei Comuni, delle Comunità Montane e di altre associazioni di Enti Pubblici, in settori di raccolta e di organizzazione dei dati ambientali. Le competenze permettono anche possibilità di occupazione nel settore della ricerca scientifica presso enti e istituti quali l'Università, il CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche, l'ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente, l'ENEL - Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, e il CCR - Centro Comune di Ricerca. Nel settore privato i laureati in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente possono trovare impiego presso società e imprese produttrici di beni e servizi, con compiti di analisi e raccolta dei dati, per tutte le problematiche che possano comportare una interazione tra le attività produttive e i sistemi ambientali. Il possesso della laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente permette l'ammissione all'esame di Stato di alcuni ordini professionali secondo quanto previsto dalla legislazione.
Caratteristiche prova finale.
La prova finale consiste nella discussione della relazione scritta sull’attività svolta individualmente. La discussione verrà svolta in seduta pubblica davanti ad una commissione di docenti, che esprimerà in centodecimi, con eventuale lode, la valutazione complessiva. Alla prova finale viene attribuito un numero di CFU in relazione al tempo impiegato per la sua preparazione. Le modalità di valutazione sono definite nel regolamento didattico del corso di studio.
Conoscenze richieste per l'accesso.
E’ richiesta una conoscenza scientifica di base. Il regolamento didattico del corso di studio determina le modalità di verifica.
Obiettivi formativi specifici.
Le attività formative sono organizzate in modo che i laureati possano: acquisire una solida formazione integrata di base nelle discipline scientifiche matematiche-informatiche, chimiche, fisiche, biologico-ecologiche, di scienze della Terra e in quelle agrarie, economiche e giuridiche, per poter: - analizzare l’ambiente nelle sue componenti biotiche e abiotiche; - determinare i fattori dei sistemi complessi e dei processi; - individuare le problematiche specifiche di ambienti sia naturali sia modificati dall’uomo. Il laureato, inoltre: - possiederà adeguate competenze e strumenti per comunicare correttamente e gestire i dati e le informazioni in campo ambientale; - avrà un sufficiente grado di autonomia scientifica nell’analisi ambientale che potrà permettere un inserimento costruttivo in gruppi di lavoro; - sarà in grado di comunicare oralmente e per iscritto in almeno in una lingua dell’Unione Europea oltre a quella italiana. I laureati del corso di laurea potranno svolgere attività in diversi settori, quali: il rilevamento, la classificazione, l'analisi, il ripristino e la conservazione di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali, acquatici e terrestri; l’analisi e il monitoraggio di sistemi e processi ambientali ai fini della promozione della qualità dell'ambiente nella prospettiva della sostenibilità e della prevenzione; collaborazione e gestione dei parchi e delle riserve naturali, dei musei scientifici e dei centri didattici. Il Corso di Laurea a partire da una solida formazione scientifica e metodologica di base fornisce agli studenti un ampia scelta di discipline che gli permettono o di approfondire maggiormente le conoscenze metodologiche e scientifiche o di acquisire competenze pratiche che gli consentono un rapido inserimento nel mondo del lavoro. Le attività didattiche prevedono un ampio spettro di discipline sia di base che applicative nelle aree matematiche, informatiche e statistiche, fisiche, chimiche, biologiche, ecologiche, di scienze della terra, agrarie, giuridiche, economiche e valutative. Sono previste attività per la prova finale, per la conoscenza di almeno una lingua oltre all’italiano tra quelle dell’UE, per abilità informatica e tirocini e a scelta dello studente. È prevista la possibilità di svolgere tirocini formativi presso aziende esterne convenzionate che operano nel campo delle analisi e delle consulenze ambientali, strutture della pubblica amministrazione e laboratori di analisi e controllo ambientale oltre a soggiorni presso altre Università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali. Il laureato acquisisce familiarità col metodo scientifico e col trattamento dei dati scientifici. Ha fatto esperienza delle tecniche basilari di misure in laboratorio e in campo. Ha acquisito nozioni specifiche sulle problematiche ambientali nelle discipline sopra menzionate. Ha soprattutto acquisito una visione interdisciplinare dell’ambiente e familiarità coi problemi della sostenibilità e dell
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
- conoscenze di base e capacità di comprensione nelle discipline di matematica, biologia, chimica, fisica, scienze della Terra e informatica;apprese nelle attività formative di base (insegnamenti di matematica, informatica, statistica, biologia, fisica, chimica, scienze della Terra). Le competenze sono acquisite mediante esami ed eventuali prove in itinere.
II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- conoscenze e capacità di comprensione applicate all’ambiente e alle interrelazioni presenti fra le diverse componenti ambientali: abiotiche e biotiche, ai cicli biogeochimici degli elementi chimici, ai flussi di materia ed energia; la capacità di effettuare analisi strumentali chimiche, fisiche, ecologiche, biologiche, scienze della Terra e di elaborazione i dati ambientali;tali competenze vengono acquisite negli insegnamenti degli ambiti caratterizzanti con i relativi laboratori ed in particolare quelli interdisciplinari. Sono previste esami con anche prove in itinere nonchè valutazioni sulle relazioni per le attività dei laboratorio interdisciplinari.
III - Autonomia di giudizio
- autonomia di giudizio sulle problematiche ambientali; capacità di valutare la qualità dei dati ambientali; capacità di utilizzare gli strumenti giuridici e quelli basilari dell’analisi economica, familiarità con i fondamenti della valutazione degli impatti antropici sull’ambiente, attraverso gli insegnamenti dell’ambito ecologico e quelli giuridico-economici. Le verifiche delle capacità sono effettuate mediante esami ed eventuali prove in itinere.
IV - Abilità comunicative
- capacità di comunicare in almeno una lingua europea diversa dall’italiano e familiarità coi principali strumenti informatici e con Internet; mediante corsi specifici di lingue erogati dall’Ateneo e quelli di informatica che prevedono test specifici.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
V - Capacità di apprendimento
Altro obiettivo formativo conseguito dai laureati è l'acquisizione del metodo scientifico come strumento di lavoro, avere familiarità con la ricerca delle informazioni scientifiche, avere la capacità di formazione continua per l'aggiornamento nel settore ambientale. Questo obiettivo è sviluppato nel lavoro della prova finale, nella preparazione delle relazioni dei vari laboratori, del tirocinio, delle esercitazioni interdisciplinari, nella consultazione di bibliografia scientifica anche in inglese.
Offerta didattica
[GGG] - Offerta didattica

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'informativa estesa.

OK