UNIMIB

 ita eng

SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE
Informazioni di dettaglio relative al corso di studio selezionato.
Informazioni sul corso di studio
Classe:Classe delle lauree in Scienze e tecnologie chimiche 
Ordinamento:[E2702Q-08] - SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE  
Crediti:180  
Anno Attivazione:2008  
Tipo di corso:Corso di Laurea  
Titolo di studio rilasciato.:Laurea in SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE  
Tipo di accesso:Accesso programmato posti 226 
Home Page Corso
Guida Studente
Scadenze
Responsabilità mobilità studenti: FRANCESCO PERI  
Requisiti di accesso
-Titolo di Scuola Superiore
- un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Certificazione di lingua
Presentazione del Corso
Accesso ad ulteriori studi.
Laurea magistrale, Master di I livello, Corsi di perfezionamento
Status professionale conferito dal titolo.
I laureati del corso di laurea oltre che poter conseguire ulteriori conoscenze e competenze metodologiche e formative, accedendo a Corsi di Laurea Magistrali o Master, potranno anche essere inseriti sia in piccole, medie e grandi imprese sia in Enti pubblici con le seguenti mansioni: addetto ad analisi complesse (laboratorio di controllo), ricercatore junior (laboratori di sviluppo), conduttore d'impianti pilota, responsabile in reparti di produzione, responsabile controlli in stabilimento, commerciale (sviluppo prodotti presso il cliente, assistenza post-vendita, sviluppo del mercato e applicazioni, addetto alla logistica e di magazzino, addetto ufficio acquisti del settore materie prime e prodotti chimici.
Caratteristiche prova finale.
La prova finale, verifica tra l'altro della capacità di comunicare del candidato, consiste nella presentazione e discussione di una relazione scritta individuale, elaborata dallo studente, sul lavoro svolto a tal fine ("Bacherlor Thesis"). La laurea si consegue con il superamento della prova finale.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Il Regolamento Didattico del corso di studio definirà le conoscenze richieste per l'accesso, determinandone le modalità di verifica, e gli obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso nel caso in cui la verifica non sia positiva.
Obiettivi formativi specifici.
Il corso di laurea ha l'obiettivo di assicurare allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l'acquisizione di specifiche conoscenze professionali. Le attività formative sono organizzate in modo che i laureati possano: - acquisire un'adeguata formazione di base nei settori chimici tradizionali (chimica analitica, fisica, inorganica e organica); - acquisire un'adeguata formazione nei settori più moderni della chimica (ad esempio:analisi di sicurezza nell'industria di processo, tossicologia dei prodotti chimici e protezione ambientale nei processi chimici); -acquisire conoscenze in aree di sempre maggior rilevanza nell'industria chimica, quali quelle economiche (per esempio: marketing, gestione dell'innovazione aziendale); -essere in grado di collaborare, con compiti tecnici, operativi e professionali, in attività industriali e di ricerca applicata; -essere in grado di utilizzare una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; -possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione; -essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi d'autonomia e d'inserirsi prontamente nel mondo del lavoro. Il Corso di Laurea è articolato in formazione di base (svolta prevalentemente nel primo e secondo anno), tecnico-scientifica specifica (svolte prevalentemente nel secondo e terzo anno). E' previsto anche un congruo numero d'attività di laboratorio finalizzate alla conoscenza di metodiche sperimentali e all’elaborazione dei dati. Nella seconda parte del terzo anno sono, di norma, previste le attività per la preparazione della prova finale. Il Corso di Laurea, progettato in collaborazione con Assolombarda e Federchimica, è conforme sia a Chemistry Eurobachelor sia al modello elaborato dalla Società Chimica Italiana, riguardante i contenuti ("Core Chemistry") per i Corsi di Laurea della Classe L-27. Le modalità e gli strumenti didattici utilizzati per conseguire i risultati attesi comprendono lezioni frontali, esercitazioni numeriche e di laboratorio, queste ultime finalizzate alla conoscenza di metodiche sperimentali e all’elaborazione dei dati, nonché attività di tirocinio formativo e di orientamento indirizzate sia a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro sia a promuovere ulteriori conoscenze specifiche. La prova finale metterà il laureato in grado di acquisire capacità nella presentazione, scritta e orale, dei procedimenti utilizzati e dei risultati ottenuti.
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
Il laureato sarà sicuramente a conoscenza della chimica di base per quanto riguarda i SSD che fanno riferimento alla chimica analitica, fisica, inorganica e organica. Il laureato sarà in possesso di cognizioni fondamentali di matematica e fisica idonee per permettere un completo apprendimento delle loro applicazioni teoriche e pratiche in campo chimico. Avrà inoltre competenze e abilità generali nel campo della sicurezza nei laboratori, dell'uso delle comuni attrezzature di laboratorio, nell'utilizzo delle schede di sicurezza dei diversi prodotti chimici e del loro smaltimento. Le competenze disciplinari più importanti riguarderanno naturalmente la chimica analitica, fisica, inorganica e organica. In particolare, in chimica analitica saprà definire i concetti relativi ai parametri di qualità di un metodo analitico quali: accuratezza, sensibilità e selettività; conoscerà i principi e la strumentazione delle principali tecniche analitiche e alcuni dei metodi di analisi quantitativa. Il laureato acquisirà le competenze chimico fisiche relative ai principi della termodinamica, alla correlazione tra proprietà molecolari e comportamento macroscopico della materia, alle leggi che regolano l'equilibrio chimico e le velocità delle reazioni, alle basi fisiche dell'interazione tra radiazione e materia e alla trasformazione di energia chimica in elettrica. Le competenze di chimica inorganica saranno volte alla conoscenza della terminologia chimica e della nomenclatura, delle reazioni chimiche, della struttura atomica e della classificazione delle diverse tipologie di legame. Il laureato avrà anche familiarità con i concetti di mole, di concentrazione, di pH, di solubilità e sarà a conoscenza delle caratteristiche e proprietà dei principali elementi e dei loro composti inorganici. Dagli insegnamenti di chimica organica il laureato apprenderà i fondamenti della nomenclatura, della struttura tridimensionale, delle proprietà chimiche e fisiche di molecole e acquisirà le conoscenze necessarie per interpretare e razionalizzare le reazioni organiche in termini di meccanismi di reazione e delle fondamentali correlazioni tra struttura e reattività. Sarà in grado di prevedere il decorso di una reazione razionalizzandone anche gli aspetti stereochimici. Il laureato apprenderà la corretta terminologia biochimica, delle basi molecolari dei sistemi e dei processi biologici, delle vie metaboliche principali e loro integrazioni. Acquisirà inoltre i concetti fondamentali dell'impiantistica chimica, di qualità e certificazione, di controllo ambientale, di sicurezza negli impianti chimici di produzione, di principi di economia e marketing. Il laureato conseguirà anche un'adeguata conoscenza di una lingua straniera della'Unione Europea che gli permetterà di scambiare informazioni generali. A tutti gli effetti, il corso di laurea si prefigura come un Chemistry Eurobachelor.
II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Sulla base delle conoscenze acquisite il laureato sarà in grado di eseguire applicazioni del calcolo differenziale e integrale per funzioni di una o più variabili, di risolvere semplici problemi numerici legati allo studio delle proprietà chimiche fondamentali e usare comuni strumenti di calcolo. Nel settore fisico saprà effettuare analisi dimensionali, eseguire semplici calcoli sulle grandezze, usare correttamente la strumentazione di misura, trasferire e registrare dati acquisiti con le misure e interpolarli. In chimica analitica saprà suggerire idee e soluzioni a problemi analitici utilizzando le tecniche e le metodologie più comuni, saprà giustificare la scelta della tecnica ritenuta più idonea e sarà in grado di documentare il risultato analitico rappresentandone il valore con l'accuratezza associata. In chimica fisica saprà acquisire e interpretare i dati scientifici utilizzando tecniche e metodologie chimico-fisiche, eseguire calcoli elementari di bilancio energetico, determinare costanti d'equilibrio e costanti cinetiche, elaborare e presentare dati sperimentali con l'aiuto di software grafici e di presentazione. In chimica inorganica saprà usare la nomenclatura IUPAC, le espressioni di concentrazione ed eseguire calcoli stechiometrici, preparare soluzioni a concentrazione definite ed eseguire misurazioni con alcune tecniche strumentali. In chimica organica le competenze acquisite gli permetteranno di eseguire: separazioni e purificazioni standard nonché separazioni e identificazioni con tecniche strumentali moderne; sarà in grado di preparare, purificare e caratterizzare composti semplici. In biochimica saprà acquisire dati di assorbimento ottico per dosaggi di proteine e acidi nucleici; sarà in grado di valutare l'effetto di inibitori enzimatici e d'individuare le tecniche appropriate per la separazione e purificazione di macromolecole biologiche. Complessivamente avrà acquisito le competenze per maneggiare in sicurezza le sostanze inorganiche e organiche, incluso il loro corretto smaltimento. Con riferimento alle materie affini e integrative, il laureato sarà in grado di leggere un bilancio economico e la valutazione economico-finanziaria di progetti d'investimento e ricerca, di sviluppare attraverso la conoscenza di analisi specifici e del linguaggio specialistico operazioni di marketing strategico e operativo. Saprà trasferire i contenuti delle principali norme in materia di qualità e illustrare l'integrazione delle norme ISO 9000 con altri modelli di gestione aziendale; sarà in grado di valutare gli effetti della progettazione degli impianti chimici sull'impatto ambientale e la sicurezza degli operatori. Con le conoscenze chimico fisiche associate a quelle impiantistiche il laureato sarà in grado d'impostare semplici bilanci di materia ed energia e schemi a blocchi di un impianto con simbologia UNICHIM.
III - Autonomia di giudizio
L'insieme delle conoscenze e competenze acquisite permetterà al laureato di valutare in modo sufficientemente autonomo e originale un insieme di problematiche che non riguardano il solo ambito scientifico o tecnologico specifico delle discipline chimiche, ma anche quelli di economia, marketing, qualità, certificazione, controllo ambientale e sicurezza dell'impiantistica chimica. S'intende che le valutazioni riguarderanno gli aspetti meno complessi e appare ovvio che saranno di conseguenza adeguate, pur affrontando anche temi in ambito sociale, etico e lavorativo.
IV - Abilità comunicative
Il laureato sarà sicuramente in grado di comunicare in un contesto essenzialmente tecnico scientifico e commerciale specifico utilizzando non solo rapporti scritti, ma attraverso l'utilizzo dei software grafici e di presentazione. Tale comunicazione potrà avvenire non solo in italiano, ma sarà anche possibile attraverso una lingua dell'Unione Europea, nell'ambito specifico di competenze e per lo scambio d'informazioni generali (questo sarà raggiunto attraverso il congruo numero di crediti dedicati alla conoscenza della lingua straniera). Queste capacità di trasmettere informazioni e idee si sono sviluppate durante l'iter didattico essenzialmente attraverso relazioni di laboratorio, esami scritti e orali e verificate durante l'esposizione della prova finale.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
V - Capacità di apprendimento
Il laureato possiederà solide conoscenze e competenze di base per quanto riguarda i SSD relativi alla chimica analitica, fisica, inorganica e organica e capacità più che sufficienti per quanto riguarda la matematica e la fisica per poter accedere o a master o a una laurea magistrale. Le ulteriori capacità negli ambiti affini e integrativi oltre ad arricchire e integrare il bagaglio culturale potranno essere interessanti e importanti strumenti per incoraggiare un possibile accesso a lauree magistrali differenti da quelle delle classi di scienze chimiche e ingegneria chimica. Il laureato avrà raggiunto una maturità culturale da poter di accedere a studi successivi in cui alto grado di autonomia e capacità di concentrazione sono requisiti fondamentali per il raggiungimento dell'obiettivo.
Percorsi di studio/Curricula
[GGG] - PERCORSO COMUNE
[E2702Q-01] - METODOLOGICO (Chiuso)
[E2702Q-02] - PROFESSIONALIZZANTE (Chiuso)

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'informativa estesa.

OK